domenica 28 dicembre 2014

f215d7d5ecc75000b3a5e2528f551211

Vladimir Nabokov

.

Corriere della Sera

.

Paolo Giordano Saint-Exupéry naufrago dei cieli. La forza di gravità è come l’amore. Volare non significa allentare il nostro legame con la terra: al contrario lo esalta.  Elliot ripropone il libro prediletto dal protagonista del «Cardellino» di Donna Tartt. Atterraggi di fortuna e rotte avventurose in una narrazione piena di poesia e di suspense

.

Livia Manera Fiorellini del Bronx e tipi strani. Joe Mitchell nella metropoli svanita. La New York di «Una vita per strada» (Adelphi)

.

la Stampa

.

→ Mario Baudino Ritorna Umberto Eco con un intrigo milanese. I libri del 2015. Un dicembre positivo in libreria, gli editori guardano al futuro con inedito ottimismo. Arriva da noi Sottomissione di Houellebecq che in Francia ha scatenato tante polemiche

.

→ Mirella Serri La politica è morta, viva la politica. Dalle ricette contro la crisi a Renzi. Alle porte un nuovo Bauman e Naomi Klein sull’insostenibilità del turbocapitalismo. Ancora protagonista la Grande Guerra

.

il Fatto

.

Malcom Pagani Renzo Arbore. “In Rai nessuno si fa più vivo, forse mi credono rincoglionito”

.

il Messaggero

.

→ Roberto Bertinetti Un Roth tutto da ridere. Torna «Il grande romanzo americano», testo satirico del celebre scrittore introvabile dai primi anni 80. Una girandola di invenzioni surreali affidate a un decrepito e loquace allenatore di baseball che demolisce i capisaldi della cultura Usa alta e popolare. Come nel dialogo immaginario con Hemingway, che spara su icone quali Melville e Scott Fitzgerald

.

Fabio Isman La notte, che capolavoro. Aperta a Natale a Vicenza la mostra-evento “Tutankhamon, Caravaggio, Van Gogh: la sera e i notturni dagli Egizi al Novecento” con oltre centomila prenotazioni, si annuncia come il maggiore incasso del 2015. Ma c’è chi storce il naso sugli accostamenti

.

Avvenire

.

Jacopo Guerriero Nuovi media? Rallentano il pensiero.  «Twitter e Facebook ci danno solo l’illusione di essere al passo coi tempi, in realtà colonizzano le nostre coscienze». Parla il teorico del web Douglas Rushkoff

.

Luca Pellegrini Il tormento di Chris Kyle nell’ultimo Eastwood. Da giovedì in sala “American Sniper”. La storia del «più letale cecchino dell’esercito americano», diviso fra l’atrocità della guerra e l’amore per la famiglia. È il ritratto di un uomo complesso, «che crede in ciò che fa»

.

Libero

.

⇒ Paolo Nori L’elefante Nabokov e il dipartimento di zoologia. Risposta a Jakobson. L’autore di «Lolita» non è stato soltanto uno scrittore geniale ma anche un grande critico, degno di una cattedra (negatagli) di letteratura ad Harvard. Come dimostra un suo saggio su Gogol’

.

il Tempo

.

Veronica Meddi La Capria grandezza di uno scrittore acquatico. L’autoanalisi del suo capolavoro «Ferito a morte» e il traguardo di una prosa limpida

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...