domenica 28 dicembre 2014: la Repubblica

untitled  2.tif

.

La poesia del mondo

★ Walter Siti Quel Dio che Dante non può descrivere. Nei versi finali del Paradiso si compie l’obiettivo che il poeta porta con sé durante tutto il viaggio ultraterreno. Ma è difficile raccontare quel che vede perché la sua potenza immaginativa e rappresentativa si è annullata nell’istante stesso in cui si realizzava il proprio fine

.

Straparlando

★ Antonio Gnoli Romano Montroni. Non aveva voglia di studiare ma iniziò ad appassionarsi facendo il fattorino. Poi arrivò Feltrinelli e insieme rivoluzionarono un mestiere che non è solo vendere volumi dagli scaffali. “Sono nato in una casa senza libri invece tutta la mia vita era lì dentro”

.

Dario Cresto-Dina Io, tra Dio e il Big Bang. Guiderà diecimila scienziati alla scoperta della materia oscura: “Ma l’uomo non potrà mai sapere tutto”

.

Tomaso Montanari Perché difendo la chiusura di Pompei a Capodanno

.

→ Wlodek Goldkorn Scrittori senza Furore. I capolavori di Balzac e di Hugo non erano piagnistei: gli autori erano convinti che la loro parola sarebbe stata d’aiuto per cambiare il mondo. Oggi il conflitto è racchiuso all’interno dell’individuo. Nell’era segnata dalla disuguaglianza dei pochi che hanno molto e dei molti che hanno poco dove è finito il grande romanzo sociale? Dove sono Steinbeck e Zola?

.

Raffaella De Santis Alberto Asor Rosa “Siamo rimasti senza il popolo”

.

Paolo Mauri Quanta poesia nasconde la prosa di Mario Luzi. In occasione del centenario della nascita dello scrittore arriva un volume che riunisce racconti, saggistica e letteratura di viaggio

.

Forthcoming

Simonetta Fiori Il talento di Wislawa per le buone cose di pessimo gusto

.

Francesco Erbani L’utopia concreta della cultura per tutti. Simone Verde, del Louvre di Abu Dhabi, difende l’idea dell’arte come patrimonio civile e smonta la falsa diatriba pubblico/privato

.

Armando Besio Bramante. Quando il Rinascimento portò la luce a Milano. Pinacoteca di Brera. L’altro genio umanista che insieme a Leonardo lavorò per gli Sforza

.

Fabio Gambaro De Sade, l’uomo che cercò l’infinito attraverso il male

.

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...