domenica 23 novembre 2014: Corriere della Sera – la Lettura

norman-rockwell-christmas-rush-1

Norman Rockwell

.

→ Pierluigi Battista La vendetta è un piatto da servire caldo. Tweet, video, post. E il libro contro Hollande. La resa dei conti ci risparmia il sangue ma diventa veloce e si consuma a stretto giro di Rete. È cambiato tutto: la tecnica e i social media hanno trasformato forme, tempi e carattere di un gesto antico

.

→ Giuseppe Sarcina L’economista fa sgocciolare le tasse. Torna l’idea di un’aliquota fiscale unica che freni l’evasione. La flat tax dovrebbe lasciar filtrare ricchezza verso il basso alleggerendo la pressione sui redditi alti.  Ma funziona a metà. Battezzata da Arthur Laffer su un tovagliolo negli Usa del 1974, usata da Reagan e Bush jr., incostituzionale (ma evocata) in Italia

.

→ Francesco Piccolo  Il maschio è diventato inutile? Poco male. Telmo Pievani ha scritto un pamphlet con Federico Taddia per denunciare la definitiva sparizione del cacciatore del Pleistocene e cercare in natura occasioni di riscatto. Ma la storia è più complessa

.

→ Livia Manera Ian McEwan. «Un ragazzino e la sua giudice: vado in tribunale a cercare storie». Sei-otto ore di lavoro al giorno, massimo due pagine: il narratore, il suo metodo e il nuovo libro

.

Franco Cordelli Settantanove nomi nell’isola del desiderio. Scorie d’autobiografia, felici ingenuità, una voce che sembra dire tutto e nasconde l’essenziale: l’opera seconda della trentenne Giulia Villoresi può definirsi un anti-romanzo o un non-romanzo

.

→ Tommaso Pincio Norman Rockwell il cronista romantico con la matita. Le sue opere cantano la gente comune. A Roma una mostra dedicata al grande illustratore

.

→ Carlo Vulpio L’alto tradimento di Alto gradimento. «Da bambino trovavo comici i gerarchi fascisti che venivano a casa nostra». Così nacque Catenacci, il personaggio grottesco di «Quando c’era Lui!». Dall’uccello Scarpantibus all’urlo «Patroclooo!», Giorgio Bracardi ha creato figure leggendarie per la trasmissione radiofonica. Della cui paternità, accusa, si sono appropriati Arbore e Boncompagni

.

Davide Ferrario Baba Giorgio e gli altri. Ammaniti va in India per scoprire gli italiani. L’esordio nella regia del premio Strega. Un documentario dello scrittore racconta le vite di tre connazionali che hanno scelto l’Oriente. Ma conservato tic e condizionamenti nostrani

.

→ Glauco Giostra Giudice, fai il giudice. Cresce lo scarto tra aspettative e sfiducia. Il magistrato legislatore non è un rimedio. La disaffezione verso i tribunali. I cittadini comuni vivono il processo come una fatalità regolata da ingranaggi oscuri. Le toghe oscillano tra rassegnazione e improprie tendenze alla supplenza nei riguardi della politica. Ma l’unica via è il ritorno allo schema classico per cui si deve rispondere soltanto della corretta applicazione delle norme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...