domenica 28 settembre 2014: il manifesto – Alias della domenica

Tabucchi2617

Tullio Pericoli Antonio Tabucchi

.

⇒ Emanuele Trevi Jacqueline Risset, la ribellione attraverso l’istante. Les instants les éclairs (Gallimard), l’ultimo libro di Jacqueline Risset. Contro il moloch del Progetto e della Narrativa, l’italianista francese propone di valorizzare l’attimo: proprio come l’ultimo Roland Barthes

.

→  Niccolò Così Raboni chiuse il cerchio. Ha assunto e superato la lirica novecentesca, emancipandosi da Montale attraverso Sereni. A sieci anni dalla morte nella «Bianca» Einaudi un’edizione agile di «Tutte le poesie 1949-2004»

.

⇒ Luca Illetterati Nella divisione tra cose e persone il corpo gode. Il nuovo saggio di Roberto Esposito per Einaudi

.

Roberto Ferrucci Sosteneva Tabucchi. Parigi. Una mostra parigina in occasione della donazione degli archivi dello scrittore italiano (ma anche portoghese) alla Bibliothèque nationale de France: «Antonio Tabucchi. Le fil de l’écriture»

.

Viola Papetti Lettere dall’Italia alla figlia di Lady Montagu. Settecento inglese. «Cara bambina»: velocità espressiva e grazia vigilata nelle missive di una protagonista delle blue-stockings. Sullo sfondo, la rivoluzione industriale è ormai avviata

.

Tommaso Pincio Un paradiso romantico affollato di visioni annegate nella vodka. Erofeev. Fra i testi più letti e favoleggiati della letteratura clandestina, il libro di Erofeev traduce in poema la misera odissea di un uomo che ha il suo nome

.

Stefania Sini Polifonie estetiche nell’aria del tempo. Bachtin. Un volume che mette in luce il lavoro collettivo dei teorici contemporanei a Michail Bachtin: sotto una diversa patina linguistica temi e autori trattati sono gli stessi. Bachtin e il suo Circolo, opere filosofiche tra il 1919 e il 1930

.

Tommaso Giartosio Microstorie a Lagos, un mondo rapace. Teju Cole. Tra un padre e un figlio, metaromanzo con trama apologetica del linguaggio

.

Federico De Melis Taccuini aperti insieme ad Appella. Scuole romane. Il ritrovamento di un quaderno di Scipione ragazzo invita a ragionare sui processi creativi di una certa costellazione del ’900

.

Giulia D’Agnolo Vallan Il cattivo e noi stessi. Una strana storia di coppia nel nuovo film di David Fincher. Gone Girl. Al New York Film Festival un’opera in cui niente è come sembra e il gelo di un interno matrimoniale bergmaniano si colora di humor sovversivo. Parla il regista: «Mi affascinava l’armatura narcisista che indossiamo per sedurre il nostro compagno e il risentimento che provoca il cambiamento»

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...