domenica 7 settembre 2014

.

la Stampa

.

 Gianni Riotta Vasilij Grossman il libro venuto dal futuro. Lo scrittore russo moriva 50 anni fa. In Vita e destino ha narrato il Lager e il gulag, ma anche la violenza e l’ipocrisia al potere, la forza degli eroi umiliati, le vittime che diventano carnefici: anticipando temi del nostro secolo

a059b86849c478746d3e8765b41ef6e8_w190_h_mw_mh

.

Fulvia Caprara Il Leone dei diritti umani. E l’Italia sorride con il cast di Costanzo. Vince “Un piccione su un ramo” dello svedese Andersson poi la povertà russa, la tragedia indonesiana e quella iraniana. Coppe Volpi a Rohrwacher e Driver di “Hungry hearts”

.

Alessandra Levantesi Kezich Cinema del reale cinema del sociale

.

.

il Fatto

.

→Marco Travaglio #cambiaverso #maddeche

.

 Silvia Truzzi I diritti soprattutto. Intervista a Stefano Rodotà. Professore, deputato, garante della privacy: da studioso e da politico Stefano Rodotà si è occupato molto di garanzie, libertà e tutele

.

Malcom Pagani e Fabrizio Corallo Lando Buzzanca. “Non rinnego nulla, il mio cinema non era volgare”

.

Diario della Repubblica/6: 1965

a cura di Antonello Caporale e Natalia Cangi “Fino a Tokyo in moto”. L’Italia in ferie e libertà

.

Federico Pontiggia Al Lido il Leone d’Oro è il Piccione

.

il Messaggero

.

Renato Minore «La mia fiaba disperata». L’atteso ritorno di Michael Cunningham, l’autore di “Le ore”, al Festivaletteratura. Lo scrittore parla del suo ultimo “La regina delle nevi” al centro del quale ci sono tre urgenze contemporanee: desiderio, droghe, religione. E spiega i danni del consumismo di oggi, il suo amore per l’umanità fragile e la nuova America di Barack Obama

.

Fabio Ferzetti Verdetto quasi perfetto: inspiegabile l’esclusione di Inarritu. Venezia71. Il bilancio

.

Avvenire

.

Piero Coda Quando «pesa» la Gloria. Il Festival della filosofia di Modena quest’anno è dedicato a un tema che da sempre divide teologi e politici. Anticipiamo la riflessione di Piero Coda

.

Alessandro Zaccuri Downtown Abbey. La nobiltà «normale».  Festivaletteratura Mantova. «Oggi in tv si vedono serial killer come se ogni giorno si trovasse un cadavere nel cassonetto… La brava gente invece non è abbastanza rappresentata». Parla il romanziere inglese Fellowes, sceneggiatore della fortunata serie televisiva

.

Davide Rondoni Controcanto a Busi: confonde durata e successo di un autore. Artisti e poeti che non hanno nemmeno lontanamente goduto della ribalta che oggi godono alcuni (e il nostro è stato tra i più abili e accolti in salotti e tv) continuano da secoli a commuovere e inquietare le persone

.

Rosita Copioli L’inventario delle città ideali. Fanta-architetture. Dalla «metropoli vivente» di Bradbury all’Heliopolis marina di Junger, sono davvero numerose le creazioni urbanistiche degli scrittori di ogni epoca. Un saggio le raggruppa in 6 modelli

.

Libero

.

Alberto Alfredo Tristano «Anime nere» da applausi, Guzzanti da evitare. Promossi e bocciati dalla Laguna. L’opera di Munzi è notevole, «Belluscone» annienta «La Trattativa». Consigliatissimo «The act of killing»

.

il Giornale

.

→ Luigi Mascheroni Il “blocco creativo”? È sempre meglio che scrivere male. C’è chi telefona agli amici, chi arruola adulatori, chi fugge in bici. Ma anche lasciar perdere spesso è una buona idea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...