Marina Valensise Cronache dall’Hôtel de Galliffet

il Foglio

Talleyrand_02

François Gérard Ritratto di Talleyrand 1809

22 marzo 2014

Cronache dall’Hôtel de Galliffet/1

I segreti di Talleyrand che divide con me la sua stanza. Nel palazzo che ospita l’Istituto italiano di cultura, a Parigi, affiora l’ombra di chi traghettò la grazia e l’ipocrisia dell’ancien régime  nei tempi nuovi, oltre la tormenta rivoluzionaria. “Il più impenetrabile degli uomini”

1250_medium

Catherine Noël Worlee in un ritratto di Louise-Elisabeth Vigée Le Brun 1783

5 aprile 2014

Cronache dall’Hôtel de Galliffet/2

Talleyrand, una vita tra intrighi di corte e di alcova. Ebbe molte donne, inseguì un uomo solo: Napoleone. Non potevano essere più diversi ma avevano un obiettivo comune. Poi arrivò una dama bionda e irresistibile: l’amore non durò, il matrimonio fu indissolubile

800px-Cupidon_et_Psyché

J.L.David Amore e Psiche 1817

7 giugno 2014

Cronache dall’Hôtel de Galliffet/3

Catherine, la finta tonta che mise nel sacco Talleyrand. Come la mente più diabolica del tempo abbia potuto cedere alle sue grazie (fino a sposarla) resta un mistero. Madame Grand era bellissima, ma pur sempre un’avventuriera. La loro storia diventò la favola di Parigi

Auguste Couder, installation du Conseil d'Etat au Palais du Petit Luxembourg

Louis-Charles-Auguste Couder Napoleone Primo console all’istituzione del Consiglio di Stato 1799

19 luglio 2014

Cronache dall’Hôtel de Galliffet/4

Spie e odalische. Ecco le donne al servizio di Talleyrand. Dalla marchesa Visconti all’attrice Sophie Gay, la diplomazia segreta del signore degli intrighi. A madame de Bonneuil affidò la missione di rinsaldare l’amicizia con lo zar. L’assassinio del duca di Enghien, trionfo di doppiezza

Père-Lachaise_-_Division_36_-_Lavalette_02

Lavalette, la moglie Emilie, la vecchia governante e la figlia tredicenne nella cella del conte: la scena del travestimento per l’evasione sul monumento funebre al Père-Lachaise

23 agosto 2014

Cronache dall’Hôtel de Galliffet/5

Il bonapartista che evase con indosso la gonna della moglie. La fuga rocambolesca del conte di Lavalette dalla ghigliottina della Restaurazione. Il rifugio segreto, una mansarda del ministero degli Esteri. La donna sempre al suo fianco era una Beauharnais, nipote di Joséphine

.

Napoleon_near_Borodino_(Vereshagin)_-_detail

Vasily Vereshchagin “Napoleone a Borodino” 1897

4 ottobre 2014

Cronache dall’Hôtel de Galliffet/6

Napoleone a Talleyrand: sei merda in una calza di seta. Retroscena di una rupture. Nel 1807 il ministro degli Esteri si dimette per liberarsi dalla morsa dell’imperatore. Ma non esce di scena: trama con lo zar e con gli inglesi, fino al celebre insulto di Napoleone. Tornerà al potere con la Restaurazione

[continua]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...