domenica 10 agosto 2014: Corriere della Sera – la Lettura

leonardo_urlo-anghiari-1503

Studio per la Battaglia di Anghiari – Leonardo (1503)

.

→ Danilo Taino Le zolle della nuova geopolitica. Usa ed Europa in minoranza. La Cina si espande in tre continenti. La Russia sogna l’Urss. È la tettonica del mondo. Instabile. Perché McDonald’s non evita le guerre. Disordine globale. I parametri della  multipolarità si stanno ridisegnando e vecchie certezze franano. Tra gli Stati si aprono canyon inesplorati

.

→ Edoardo Boncinelli Siamo liberi perché siamo più forti dei nostri geni (grazie all’azione del caso). Gli spiragli degli imprevisti consentono di sottrarci alla rigida determinazione psicofisica

.

Giulio Giorello Siamo liberi perché i nostri geni  siamo noi (e abbiamo il senso della responsabilità). La mente comanda, il corpo  obbedisce: l’«errore di Cartesio» continua

.

→ Mariarosa Mancuso Tutto quello che avremmo dovuto sapere sul sesso e ancora non sappiamo. Ma quest’estate… Una serie tv, libri e un profluvio di riviste (persino «MicroMega») si dedicano al tema per istruirci. Con risultati alterni

.

→ Alessandro Piperno Leggere Proust per rimorchiare. Tragedia, commedia, guerra: la «Recherche» è multitasking. Domenica 3 agosto Marco Missiroli in questa pagina ammetteva di non essere mai riuscito a terminare l’opera dello scrittore francese. Gli risponde Alessandro Piperno

.

Eva Cantarella Una scuola per tutte le religioni. In volume gli atti di un convegno sull’insegnamento delle diverse fedi. Perché siamo figli (anche) del politeismo greco e degli altri monoteismi

.

Matteo Persivale Ellroy sfida la psicosi gialla dell’America. Esce negli Usa il nuovo libro. Lo scrittore racconta i giorni di Pearl Harbor. Si parte dalla morte di una famiglia giapponese, forse un suicidio rituale. E si narra, per la prima volta, la Grande Storia

.

→ Stefano Bucci La battaglia di Anghiari non è finita. Lo scienziato: cerchiamo ancora il Leonardo perduto. La soprintendente: avanti, ma soltanto in sicurezza. L’esplorazione a Firenze è stata interrotta due anni fa senza trovare l’affresco. Una vicenda tormentata che ha contribuito a determinare una certa freddezza tra l’ex sindaco Matteo Renzi e la responsabile del polo museale. Parlano il capo dell’operazione Maurizio Seracini e Cristina Acidini

.

Sandro Veronesi I sogni dell’isola proibita. Uno scrittore nel backstage del primo film girato sull’Asinara. L’incubo del meteo, l’arte dell’unico abitante del posto. E «La Tempesta»  di Shakespeare rivive in un naufragio di galeotti (nel segno di Eduardo)

Un pensiero su “domenica 10 agosto 2014: Corriere della Sera – la Lettura

  1. Una “prova” del presenza dell’affresco di Leonardo dietro quello del Vasari, (dietro una battaglia c’è né sempre un’altra), è la seguente: Se la Sindone di Torino è autentica, Gesù si sarebbe autoritratto, alla maniera delle opere rinascimentali, il volto in doppio specchio, la ferita al costato che ricorda il guerriero centrale della Battaglia di Leonardo e l’immagine della zona plantare destra che ricorda il volto sindonico, cioè dell’autore. In questo caso, essendo che Gesù non mente e mantiene quello che promette, la Battaglia esisterebbe ancora. Se invece la Sindone è opera di Leonardo, sarebbe un falso autentico, riguardo al volto, e ricadremmo nel caso di prima. Cfr. ebook/book di Ravecca Massimo. Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...