sabato 25 gennaio 2014: la Stampa – Tuttolibri

yasmina

Yasmina Reza

.

Francesco Rigatelli Il diario di lettura. Yasmina Reza. la drammaturga-attrice. “La felicità d’amore non ha ricette”. “Non sono una scrittrice che crede nelle radici mi sento cosmopolita come Philip Roth e Singer”

.

Gianni Riotta Oates: “La mia America muore di buone intenzioni”. “Racconto i campus Anni 70 con gli occhi di una ragazza bianca e una nera. Gli ideali della politica erano minati anche da egoismi e violenza”

.

Piersandro Pallavicini Se il folle clochard trova la bella samaritana. Antonio Moresco «Fiaba d’amore» Mondadori pp. 160, € 12

.

Marco Belpoliti  La banalità del male nell’intervista con la Arendt. «Eichmann o La banalità del male. Intervista, lettere, documenti» di Hannah Arendt, Joachim C. Fest La Giuntina, pp. 214, € 14

.

Luigi Forte Il Pico d’America che si perse dietro Marx. William Sidis, genio enciclopedico, entrò ad Harvard a 11 anni. Ma detestava la fama e inseguì una vita normale e nascosta

.

Bruno Quaranta L’amore è impossibile per la ragazza ebrea. Nella Roma sotto il tallone nazifascista fra improvvise sparizioni e vite clandestine. Van Straten «Storia d’amore in tempo di guerra» Mondadori pp. 179, € 18

.

Masolino D’Amico Amori e cadaveri nella finta Andorra. Un viaggiatore misterioso in cerca d’una nuova vita incappa in torride relazioni e strani ammazzamenti. Peter Cameron «Andorra» trad. Giuseppina Oneto Adelphi, pp. 236, € 18

.

Gabriella Bosco  Non finisce mai la Grande guerra per le facce esplose. Un noir con truffe e scambi di persona ambientato tra i “gueules cassées”, i reduci che tornano sfigurati dalle trincee. Pierre Lemaitre «Ci rivediamo lassù» traduzione di Stefania Ricciardi Mondadori pp. 350, € 17,50

.

Ferdinando Camon Quando Gallimard “bocciò” Primo Levi. Solo dopo la tragica morte l’editore parigino lo accolse in catalogo soffiandolo ad Albin Michel che aveva già deciso di tradurlo

.

Elena Loewenthal C’era una volta un Re a cavallo con la stella gialla. I danesi, occupati dai nazisti, salvarono gli ebrei traghettandoli nella libera Svezia nel settembre ’43

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...